Frasi che colpiscono dritte al cuore.

Scritto 25.9.2012, 21:34. Letto da 5 persone
Mi ha colpita nel profondo una frase pronunciata da Flaubert nei confronti della sua grandissima amica George Sand, che io amo alla follia *-*
Da appassionata di letteratura leggo sempre più di un'opera prima di esprimere giudizi su qualche autore, però poi la mia vena curiosa mi spinge sempre a cercare la biografia e lì è la fine...o consolido l'amore, o mi smonta tutto :D
Ahahah so di non essere "professionale" in questo modo, ma ahimè ho questa assurda mania...
Cioè devo pensare agli eventi della vita di una persona e a cosa l'ha spinto/a a scrivere determinate cose in un determinato momento...secondo me ogni cosa andrebbe contestualizzata.
Niente può essere giudicato come qualcosa di a sè stante, ma come reazione a un quadro di eventi ben preciso..solo così le critiche possono essere fondate e corrette.

E George Sand la amo.

Gustave Flaubert disse di lei:
"Si doveva conoscerla come l'ho conosciuta io per sapere quanto vi era di femminile in questo grande uomo, per conoscere l'immensa tenerezza di questo genio."

Ed è esattamente così..sembrava talmente rude e rigida nelle sue posizioni, che scorgere un barlume di tenerezza era così raro da scatenare un evento epico :)
Una vera "sovrana".


Un'altro commento che ho apprezzato è quello di Octav Mirbeau nei confronti della mia scultrice preferita, Camille Claudel:« È una rivolta della natura, una donna di genio. Le sue sculture? Non so dove vanno, se verso l'amore, se verso la morte; ma ciò che so, è che si leva da questo gruppo una tristezza straziante, così straziante che non può venire che dalla morte, o forse dall'amore più triste ancora della morte ».

Questo perché ha vissuto nell'amore più intenso e conseguentemente nella sofferenza più acuta...


kikkoecesca

21
1662
4
0
post
commenti
preferiti
followers
Le immagini più recenti:

Il post più recente:

Sto facendo una prova !
()

Mi aiutate?? basta solo
()

Entrate entrate entrate
()