Occhiali Aviator Ray Ban

Marco Giusti lo definisce “un erotico burino di scarso culto”. Il film racconta le vicissitudini di uno speculatore edile, che cerca di mettere le mani sulle terre di un pastore ma finisce per perdere tutti i suoi averi giocando a scopa. Lulù 77 (Lulù la sposa erotica) (1977) è un altro film di Alfonso Brescia, pure se lo firma Paolo Moffa, ed è una coproduzione franco turca che manda in crisi Sonia Viviani, ingannata sul reale contenuto della pellicola.

Dalla Cina con furore ce l’ha fatta amare. Con quell’aria da bambina, era difficile non posare i nostri occhi su di lei. Gentile, bellissima, sembrava quasi una piccola bambola cinese dall’ovale perfetto, con uno sguardo così innocente e dolce da essere così straordinariamente sexy.

Quando a Dumas père era mossa l’accusa di violentare la Storia, il sagace romanziere si scagionava obiettando che dai suoi atti di violenza nascevano dei bei bambini. Un’osservazione simile si potrebbe rivolgere ai puristi e a quanti storcono il naso di fronte a La vita è bella. Il film di Benigni infatti non è una pedante ricostruzione manualistica, ma una storia nella Storia, una favola moderna costruita sullo sfondo di una delle più drammatiche pagine che l’umanità ricordi..

Elementi da sviluppare, dunque, e in un remake del genere ce ne sarebbero fin troppi. Inutile dire che Vallette si limita a una regia piatta che moltiplica persino le presunte apparenze mostruose, finendo per renderle ben presto inefficaci. Mentre la sceneggiatura evita le bizzarrie di Takeshi sterilizzando un’opera che era interessante appunto per le sue sbavature.

McChesney: Yes. A lot of local people in Sublette County in Wyoming, for example, are in ranching, which is one of the important mainstays of life. But ranching is tough. Giunto alla splendida affermazione di Otello (1947), passò quindi stabilmente al cinema dove aveva esordito nel ’32. Protagonista ed anche attore di carattere, mise in luce una recitazione essenziale, intessuta di lucide notazioni (a volte però raffrenata da una certa opacità). I suoi personaggi borghesi uomini solidi, di mezza età, all english hanno corposo risalto umano (l’insegnante di Mandy, la piccola sordomuta, 1952; il giornalista di L’isola nell’asfalto, 1954; il “capo” di Colpo da otto, 1960).

Affiancato alla nostra Valeria Golino, ma soprattutto a quel genio della recitazione di Dustin Hoffman, sarà diretto da Barry Levinson in Rain Man L’uomo della pioggia (1988).Nato il 4 luglio (1989) di Oliver Stone lo trasformerà da idolo delle ragazzine americane/sex symbol ad attore impegnato: il ruolo di un ragazzo che, dopo essersi arruolato nei Marines ed essere partito per il Vietnam, torna dalla guerra paralizzato e con dei gravi problemi nel reinserimento sociale e familiare, lo porteranno al suo primo Golden Globe come miglior attore in una pellicola drammatica, ma anche al primo Oscar sfuggito. Diventano la coppia più glamour di Hollywood e, a sfruttarli immediatamente in tutto il loro fulgido splendore, arriva Ron Howard che confezionerà apposta per i due la pellicola Cuori ribelli (1992).Più che convinto che Scientology lo abbia guarito dalla dislessia, recita per Rob Reiner in Codice d’onore (1992), dividendo il set con quel diavolaccio di Jack Nicholson, passando poi a scontrarsi (ma solo nel film) con Gene Hackman in Il socio (1993) di Sydney Pollack. Nel 1994, oltre a ottenere la licenza di pilota di aerei, recita per Neil Jordan in Intervista col vampiro (1994) nella parte dello scabroso vampiro Lestat, scatenando peraltro le ire furibonde della scrittrice Anne Rice (dal cui libro omonimo è tratto il film) che lo considerava un pessimo attore.

Occhiali Aviator Ray Ban

Lascia un commento