Occhiali Ray Ban Scontati

I 28. Ta Kwo 29. Khan 30. Il regista (1880 1934) aveva iniziato la sua carriera letteralmente agli albori della storia del cinema giapponese: il suo primo incarico nel settore era stato infatti quello di assistere Katsutaro Inahata durante le proiezioni con il Cinématographe Lumière appena introdotto in Giappone. Nomura era poi rimasto nell’ambiente facendo film, ma anche occupandosi di fondali e illuminazione, nonché dirigendo una sala e curando la distribuzione. Fu alla Shochiku Kinema sin dagli inizi come dirigente per passare in prima linea come regista.

I suoi tempi dilatati vanno sicuramente controcorrente rispetto al cinema di consumo. Ma conserva indubbiamente un suo fascino visivo, al di là delle scelte ideologiche che hanno sempre innervato il suo fare cinema. Questo primo film di una trilogia che vede l’Italia come coproduttore intende raccontare la storia della Grecia dall’emigrazione dalla Russia bolscevica sino alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Un po’ lontani dal pugno nello stomaco e dall’originalità di suo padre, ma nessuno lo biasima per questo.Sue nonne erano le attrici Katherine Cassavetes e Lady Rowlands, suo zio è l’attore David Rowlands e come tutti sappiamo, i suoi genitori sono il grande attore e regista John Cassavetes e Gena Rowlands, la sua musa, nonché interprete principale di molti dei suoi film. Nick cresce completamente saturo di cinema, così come crescono anche i suoi fratelli attori, Alexandra e Zoe Cassavetes.La carriera di attore quasi un bambino quando suo padre gli propone di debuttare sul grande schermo con un suo film: Mariti (1970) con Ben Gazzara e Peter Falk. L’esperienza lo gratifica, così Nick decide di riprovarsi 4 anni più tardi con Una moglie (1974), accanto a sua madre.

In Drugstore Cowboy prende ad esempio un gruppo di tossici svagati a zonzo per gli States, mentre in Belli e dannati pone l’attenzione sulla storia di due adolescenti, River Phoenix e Keanu Reeves, che si prostituiscono sui marciapiedi del Nord Ovest.Una cowgirl, un’ambiziosa giornalista televisiva e un genio ribelleLa lucidità narrativa che lo ha contraddistinto fino a questo momento, viene meno in Cowgirl Il nuovo sesso (1993), tratto dall’omonimo romanzo di Tom Robbins, un viaggio nel mondo della trasgressione, film cult della controcultura hippy ma un po’ confuso e provocatore, malgrado le eccellenti interpretazioni di Uma Thurman e la “contessa” John Hurt. Le cose migliorano con il successivo Da morire (1995), con Nicole Kidman (premiata con il Golden Globe) e Matt Dillon, commedia grottesca sul potere malsano della tv. Nello stesso anno collabora con Allen Ginsberg e realizza il cortometraggio Ballad of the Skeletons, poi si dedica al progetto di Will Hunting genio ribelle (1997).

Occhiali Ray Ban Scontati

Lascia un commento