Ray Ban Wayfarer

Mike Leigh continua ad esplorare l’universo che a lui è più congeniale: quello die vinti, degli sconfitti dalla vita. Vera Drake, anche lei ‘vinta’, si dà da fare per alleviare le sofferenze altrui. E’ una donna profondamente buona che finirà in carcere.

Joseph Cotten; Attractive half page colour Lux and Woodbury ads feature illustrations of Gene Tierney and Marsha Hunt respectively; Colour Ovaltine ad inside back cover with heavy emphasis on nutrition; Nice colour back cover ad for McClary kitchen applilances features young housewife in blue dress; and more. Clean and unmarked with moderate wear. A quality vintage copy.

Dalla metà degli anni Cinquanta, comincia a scrivere sceneggiature molto spesso con Ruggero Maccari per alcuni dei più popolari registi italiani: Mattoli, Steno, Zampa, Loy, Bonnard, Bolognini, Giorgio Bianchi, Luciano Salce, arrivando a firmare i copioni del capolavoro Il sorpasso (1962) e de I mostri (1963) di Dino Risi, oltre a tantissimi film di Antonio Pietrangeli. Uno in particolare: Io la conoscevo bene (1965) gli farà vincere il Nastro d’Argento per la migliore sceneggiatura.Nel 1961, esordisce come assistente alla regia nella pellicola di Carlo Lizzani Il carabiniere a cavallo, poi decide di provare lui stesso a dirigere un film. Dal suo genio verrà partorita la pellicola a episodi Se permettete parliamo di donne (1964) con Vittorio Gassman come protagonista in mezzo a varie figure femminili (Eleonora Rossi Drago, Antonella Lualdi e Sylva Koscina su tutte), seguito poi da La congiuntura (1965) con Joan Collins e dall’episodio Il vittimista con Nino Manfredi del film Thrilling (1965).I successi degli anni SettantaNegli anni successivi e lungo tutti gli anni Settanta, firma quelli che sono i maggiori successi del cinema italiano: il mefistofelico L’arcidiavolo (1966), l’avventuroso Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa? (1968), Il commissario Pepe (1969), Dramma della gelosia: tutti i particolari in cronaca (1970), e Permette? Rocco Papaleo (1971).

Del resto Ortega non è un “Regista”, non è Van Sant che fa vero cinema con “Milk” e le immagini di repertorio. Né Jackson è Van Sant, né in altri punti “This is it” è abile nel dipingere altri momenti dello spettacolo; del resto, sono loro stessi a dire che i ballerini fungevano da coreografia.Ben più abile, però, è il “Regista” nel catturare lo sguardo di Jackson, di chi Appunto non è mai “cresciuto2, forse perché Altra contraddizione ha venduto milioni di dischi, senza capire forse fino in fondo le leggi del suo ambiente. Occhi pieni di amore puro e sommesso per questo lavoro come Forse per questo pubblico.

Ray Ban Wayfarer
Tagged on:

Lascia un commento